ILLICEITÀ DELLE TASSE

Basta essere brave persone? Cosa dobbiamo fare per avere l’approvazione di Dio?
Il blog di Simone Venturini. 06.04.2014 © Public Domain. di Giuseppe Cucchiaro
Basta essere brave persone? “Vivo la mia vita e cerco di essere una brava persona”. Una fase comune che molti considerano l’essenza di tutto ciò che Dio richiede da noi. Addirittura molti sono convinti che a Dio non importa nulla se commettono gravi peccati, purché nell’insieme si comportino bene. Questo spiega quel strano fenomeno che si verifica quando, dopo qualche cruento fatto di cronaca, si sentono i conoscenti del trasgressore commentare: “Era una brava persona, lavoratore, buon padre di famiglia…”. Questo indica che il concetto di “brava persona” è soggettivo. Ma cosa dice la Bibbia? Cosa dobbiamo fare per avere l’approvazione di Dio? Cosa significa per Dio essere una brava persona?
Come ogni genitore ha il diritto di impartire una guida morale, anche Dio YHWH, ha provveduto con la Bibbia, le leggi e principi che guidano la nostra condotta e la nostra adorazione. Infatti al suo popolo disse: “Ascoltate la mia voce ed eseguite quanto vi ho comandato; allora voi sarete il mio popolo e io sarò il vostro Dio” (Geremia 11:4). Perciò per essere brave persone dal punto di vista di Dio, è necessario conoscere le sue norme e apportare cambiamenti alla propria vita in modo da osservarle.
Se vogliamo essere amici di qualcuno, è necessario conoscere prima come vuole essere trattato e comportarci di conseguenza se vogliamo essere considerati tali da quest’ultimo. Deve essere così anche perché nel nostro caso chi ha le norme più elevate non siamo di certo noi peccatori ma Dio. Non possiamo aspettarci che sia Lui ad adeguarsi ai nostri valori. A questo punto è necessaria una qualità: l’ubbidienza. Molti pensano che sia sufficiente ubbidire solo a ciò che riesce più facile tralasciando quelle norme che implicano uno sforzo contro se stessi.
Ma una considerazione del genere andrebbe in conflitto con le parole di Gesù, il quale disse: “Devi amare YHWH tuo Dio con tutto il tuo cuore e con tutta la tua anima e con tutta la tua mente” (Matteo 22:37). Non abbiamo a che fare con un Dio perfezionista ma, piuttosto, con un Dio che si diletta nel vedere i nostri sforzi per non ripete gli errori (Salmo 103:12-14; Atti 3:19). Sarebbe triste cercare pure di compensare delle trasgressioni con atti di devozione alternativi in forma di offerte di denaro o impegnandosi in opere di pubblica utilità ai bisognosi o altre buone azioni.
L’esempio di Saul è emblematico. Nella sua presunzione pensò di giustificare un atto di disubbidienza con un grandioso sacrificio a Dio (1Samuele 15:2-9). Per tutta risposta, leggete in 1Samuele 15:17-22 quale sonora riprensione ricevette per la sua disubbidienza: “Si diletta YHWH degli olocausti e dei sacrifici quanto dell’ubbidienza alla voce di YHWH? Ecco, ubbidire è meglio del sacrificio e prestare attenzione è meglio del grasso dei montoni”. Qualcuno a questo punto potrebbe obiettare: “Ma perché Dio ci tiene così tanto all’ubbidienza quando sa che per noi è difficile?” La risposta è semplice e si trova in Isaia 48:17-18 dove tra le altre cose si legge: “Io, YHWH, sono il tuo Dio, Colui che ti insegna per il tuo beneficio, Colui che ti fa calcare la via per la quale devi camminare”.
Alla fine è solo pratico e saggio ubbidire a Dio, anche nelle cose che sembrano strane e impossibili, perché ci solleva dalle responsabilità di prendere decisioni nei nostri limiti umani. Infatti ci avverte: “Esiste una via che davanti all’uomo è retta, ma la sua fine son poi le vie della morte”. (Proverbi 14:12) Tutte le leggi di Dio YHWH riflettono il suo amore per gli esseri umani e il suo desiderio di risparmiarci inutili sofferenze. Eludere le norme di Dio sulla moralità sessuale o su altri comportamenti non ha reso le persone più felici, anzi ha complicato la vita a molti.
Se desideriamo essere brave persone dal punto di vista di Dio e conseguire la sua amicizia, è necessario fare tutto il possibile per seguire la sua guida riscontrando quanto “i suoi comandamenti non siano gravosi” (1Giovanni 5:3).
NEW SAUDI ARABIA
L’ILLICEITÀ DELLE TASSE, in quanto frutto, per la più gran parte, del signoraggio. L’inveramento del denaro. La neutralizzazione della svalutazione da signoraggio per effetto della diminuzione dei costi dovuta alla continua semplificazione dei processi frutto dell’evoluzione tecnologica.
scarica il volantino in PDF
Indisturbate, sotto gli occhi della magistratura, le banche centrali, tra cui la Banca d’Italia (BdI) e la Banca Centrale Europea (BCE), incredibilmente private, praticano il crimine del signoraggio primario, mentre le banche di credito praticano l’ancor più grave signoraggio secondario.
Crimini realizzati, come vedremo, in modo tale che le ‘dinastie’ – una ‘cupola’ che controlla di fatto le banche nel mondo – realizzino anche, mediante degli immensi falsi in bilancio, due ulteriori obiettivi.
Il primo, il furto, agli azionisti delle banche di credito (quindi ‘azionisti’ indiretti anche della BdI e della BCE), dei proventi dello stesso signoraggio primario e secondario.
Il secondo, un’evasione fiscale maggiore delle tasse sia pagate che evase dal resto della società.
Proventi del signoraggio che, dopo averli rubati, la ‘cupola’ ricicla mediante centrali interbancarie mondiali, tra cui innumerevoli fonti Internet indicano la Clearstream, l’Euroclear, la Swift e altre.
Dopo averlo infatti segretato già dalla nascita della Repubblica fin negli atti del Parlamento (con gli omissis), si è ‘scoperto’ che la BdI è di privati (85% banche, 10% assicurazioni, 5% apparentemente dell’INPS), come gran parte delle altre banche centrali; fra cui la BCE, che è al 14,57% della BdI, e quindi dei suoi proprietari.
Una privatezza di cui, da quando, pochi anni fa, la si è scoperta, si cerca di sminuire la rilevanza, ma che è la causa della miseria e del malessere del mondo.
Signoraggio primario della BdI/BCE e delle altre banche centrali che consiste in quel che segue.
1) Nello stampare continuamente le banconote al costo della carta e dell’inchiostro o nel creare il denaro elettronicamente con un click (dal 1929 non occorre alcun corrispettivo in oro, ma è una favola che prima occorresse). Banconote i cui numeri di serie non sono progressivi e dei quali non si conosce il significato, sicché la loro quantità, nota solo a loro, è fuori dal controllo sociale.
2) Usarle (al valore in euro, dollari ecc. su esse stampato) per comprare dagli Stati – udite udite – un pari importo in titoli del debito pubblico (BOT, CCT, BPT, CTZ).
3) Vendere i titoli alle aste, riprendendosi i soldi e lasciando allo Stato il ‘debito pubblico’ inventato mediante questo crimine.
4) Realizzare il predetto falso in bilancio iscrivendo fraudolentemente al passivo l’importo delle banconote stampate a costo tipografico o create elettronicamente allo scopo di ‘pareggiare’ iscrivendo all’attivo i titoli o il ricavato della loro vendita, e di occultare così queste enormi somme.
Un occultamento al quale (fermo restando che, come vedremo, le tasse sono illecite), all’aliquota del 50%, consegue un’evasione fiscale per un importo pari alla metà delle banconote emesse o del denaro elettronico creato per ‘acquistare in contropartita’ il debito pubblico, il solo pagamento dei cui interessi è sufficiente a rovinare la società.
Un fenomeno prima di produzione incontrollata e da falsari del denaro e poi, come vedremo, di cinquantuplicazione del suo uso a opera delle banche di credito (signoraggio secondario), che è la causa sia dell’inflazione che dell’attuale, illecito sistema fiscale, creato anche a fini di dominio dei cittadini criminalizzandoli quali evasori, riciclatori ecc.
Crimini che, tra l’altro, fermo restando l’obbligo dello Stato di pagare ai compratori alla scadenza i titoli già emessi con i promessi interessi, rendono responsabili del ‘debito pubblico’ le ‘dinastie’ e, per esse, la BdI/BCE, avendone esse (non lo Stato) riscosso il corrispettivo.
5) Riciclare, nel modo già detto, il denaro così truffato.
Fenomeni che hanno stravolto il mondo, a partire da ciò che si definisce inflazione, che è tutt’altro da ciò che si ritiene, perché è frutto della produzione del denaro a opera di falsari.
Osserviamo infatti che se, ad esempio, il denaro globale è 100, e un falsario (è un falsario chiunque produca denaro ma non sia lo Stato, e quindi anche le banche) ne crea un altro ammontare pari di nuovo a 100, nel momento in cui lo mette in circolazione (lo spende), da un lato si appropria indebitamente di metà della ricchezza reale, e dall’altro porta a 200 il denaro globale, per cui ne diminuisce del 50% il potere di acquisto, ovvero determina una (cosiddetta) inflazione del 50%.
Inflazione che non si verifica se è lo Stato a produrre il denaro.
Questo perché lo Stato, per legge, può poi erogarlo solo a corrispettivo di beni, prestazioni, diritti ecc., ovvero inverandolo (facendoselo coprire) mediante il parallelo incremento della ricchezza reale che riceve in cambio, per cui il potere di acquisto del denaro rimane invariato, dato il parallelo incremento del denaro e della ricchezza reale.
Inveramento (processo che ho definito io) che non c’è quando a produrre il denaro è un falsario (una banca), perché il falsario lo assegna a sé senza prima coprirlo, e solo dopo lo mette in circolazione spendendolo.
Definisco quindi inflazione quel fenomeno che si verifica quando, avendo dei falsari introdotto del denaro non inverato mediante lo spenderlo, abbiano così causato (oltre che un incremento della percentuale del denaro nelle loro mani che, appena speso, si traduce in un aumento della percentuale di ricchezza reale di loro proprietà) un incremento del denaro globale senza un incremento della ricchezza, e quindi una diminuzione del potere di acquisto del denaro.
Considerazioni dalle quali si deduce anche che i cittadini hanno il potere di inverare i soldi (chiunque li produca) per il sol fatto di riceverseli, perché sussiste la presunzione di fondo che non li ricevano a titolo gratuito, ma sempre coprendoli con la prestazione, il bene o il diritto che offrono a corrispettivo.
Un quadro nel quale, se un falsario ‘presta’ dei soldi a un ignaro cittadino, che li spende mettendoli irrimediabilmente in circolazione, ma poi viene a sapere della loro falsità e può provarla, nulla dovrà al falsario, sia perché il falsario nulla gli ha dato, e sia perché il corrispettivo dello spendere quei soldi il cittadino lo otterrà dalla collettività, non dal falsario; sicché è alla collettività (allo Stato) che dovrà restituirli.
Motivi per i quali sostengo di seguito che fidi, mutui, quinti di stipendio ecc. non vanno restituiti alle banche, e che se si vogliono rendere veri i ‘debiti’ dei cittadini verso di esse, per poterli poi esigere, occorre prima confiscarle e nazionalizzarle, essendo altrimenti i loro crediti inesigibili in quanto crediti di falsari e di truffatori.
Cose la cui eliminazione, e crediti la cui riscossione, renderà ricchissimo lo Stato debellando anche la drammatica demonetizzazione pilotata dalle banche per indebolirci e dominarci.
Infatti, nel momento in cui il denaro è prodotto dallo Stato, sicché produrlo non causa inflazione, ne va stampato un adeguato quantitativo, perché ciò incrementa gli scambi ed è benefico per l’economia.
Accuse di violazione degli artt. del codice penale n. 241, 283, 648 bis, 501, 501 bis, 416, 61 ecc. che vanno ai soli beneficiari diretti e consci di questi delitti.
Opera di falsificazione delle Banche Centrali (signoraggio primario), a cui si aggiunge quella delle banche di credito (loro proprietarie) attraverso il meccanismo del ‘moltiplicatore monetario’ (signoraggio secondario).
Moltiplicatore monetario in virtù del quale le banche, secondo prassi che una prona e scellerata dottrina di regime dà per scontate, ma sono il massimo della criminalità, realizzano prestiti per un ammontare 50 volte maggiore del denaro che detengono.
In sostanza, se Tizio versa su Banca Intesa SanPaolo (proprietaria del 44,25% di BdI) 100.000 euro, essa banca tratterrà il 2% circa come riserva (le cifre e le percentuali sono approssimative, conta il concetto), e presterà il 98% che, una volta depositato in un’altra banca, di nuovo, a cascata, sarà prestato al 98% all’infinito.
Finché, non la singola banca, ma il sistema bancario, attraverso un giro di prestiti di un importo ogni volta più basso del 2%, avrà azzerato i 100.000 euro iniziali, ma avrà lucrato interessi su prestiti per 5.000.000.
Un usare 50 volte sempre lo stesso denaro che serve a monetizzare la società e non arreca, di per sé, vantaggi alle banche (gliene arreca molti, fermo restando però che ogni volta che una banca presta a taluno c’è un altro a cui deve restituire), ma serve loro per lucrare illecitamente interessi su ognuno di questi prestiti di denaro altrui, per i quali hanno diritto solo al compenso per il servizio (che già riscuotono), mentre gli interessi devono andare ai proprietari del denaro, e allo Stato per i prestiti frutto della cinquantuplicazione.
Interessi cinquantuplicati che costituiscono una creazione di denaro dal nulla in loro vantaggio che si realizza come effetto di ogni forma di ‘versamento’ o di pagamento, ovvero anche attraverso l’uso degli assegni, delle carte di credito, dei bonifici ecc.
Se infatti Caio paga a Tizio 1.000 euro con una carta di credito, un assegno o un bonifico, la banca addebita a Caio 1.000 euro inverati, perché abbiamo detto che il cittadino il denaro non può crearlo dal nulla.
1.000 euro che si configureranno come la costituzione presso la banca di un fondo che essa userà per fare pagamenti o prestiti al 98% come sopra cinquantuplicati lucrando anche qui i predetti interessi su denaro altrui.
Meccanismi di moltiplicazione i cui proventi (signoraggio secondario) non vanno nemmeno essi agli azionisti, ma vengono di nuovo sottratti dalla ‘cupola’ attraverso complessi falsi in bilancio e trucchi il cui effettivo accertamento richiede che una magistratura molto specializzata entri finalmente con i suoi poteri nel profondo del sistema, anziché astenersene garantendo che vi fioriscano ogni genere di imperscrutabili mostruosità.
Meccanismi di moltiplicazione del denaro a opera di falsari che non possono che provocare una continua svalutazione che però non si avverte, o si avverte meno, perché è neutralizzata dall’altrettanto continua grande diminuzione dei costi frutto della crescente meccanizzazione\semplificazione dei processi produttivi, commerciali ecc.
Quanto poi all’attuale sistema fiscale è illecito perché il grosso delle tasse e delle imposte serve per rastrellare denaro inverato da usare per acquistare il denaro da inverare dalle banche.
Tasse e imposte destinate all’acquisto del denaro dalle banche che non serviranno quando lo Stato il denaro lo stamperà da sé.
Un nuovo sistema in cui potrà bastare un’unica imposta (potremmo definirla la ‘generale’) da pagarsi – senza compensazioni tra dare e avere – su ogni consumo di beni, prestazioni, servizi ecc. in una misura variabile, in ipotesi, dall’1% al 20%.
Meccanismi fraudolenti che, tra signoraggio primario e secondario, processi inflattivi a loro vantaggio, tasse evase e fiscalità illecita, stanno consentendo alle dinastie che governano le banche di rastrellare un’incredibile quantità di denaro e di spingere gli Stati e le stesse banche, sia di credito che centrali, al fallimento per demenziali fini di dominio. Dominio che stanno poi follemente usando per distruggere il pianeta.
Motivi tutti per i quali, così come si può sostenere che non è dovuta a un ladro la restituzione di un prestito di somme rubate, si può sostenere nelle cause che non è dovuta alle banche la restituzione dei fidi, mutui, quinti di stipendio ecc., essendo essa dovuta al vero proprietario: la collettività.
Logica in cui non è dovuto nemmeno il pagamento delle attuali imposte e tasse.
Contestazioni che vanno fatte salvaguardandosi con ogni indispensabile strategia giudiziaria e, specie per i mutui e le imposte, continuando, se possibile, nel mentre a pagarli.
Cause in cui bisogna addurre anche, in subordine, ciò che la giurisprudenza già riconosce: come l’illegittimità di anatocismo, accredito tardivo dei versamenti, commissione di massimo scoperto, usura ecc.
Conquiste giurisprudenziali ora in forse a causa delle cinque leggi illegittime regala-soldi alle banche, quattro delle quali recentissime, contro le quali spero però riusciremo presto a condurre a buon fine l’opera di abrogazione, o in via referendaria, mediante il Comitato promotore del referendum per la loro abrogazione, o mediante la loro bocciatura da parte della Corte costituzionale (vedi da www.marra.it i ricorsi per anticostituzionalità che io stesso ho formulato).
Citazioni impostate cioè in modo da ottenere già in primo grado l’accoglimento anche solo parziale delle subordinate (per importi sovente elevati), per poi proseguire, per il resto, in appello e in cassazione, in attesa che, in breve, la giurisprudenza si evolva.
Come pure vanno promosse le cause contro le tasse e le imposte, formulando anche qui, quale domanda principale, la richiesta che venga pronunziata la loro non debenza stante la illiceità del sistema fiscale e, quali subordinate, tutte le altre ordinarie richieste.
Cupola che ha imposto al mondo le sue regole codificandole nei sistemi fiscali vigenti o nei famosi accordi di Basilea, di cui tutti si riempiono ridicolmente la bocca, ignorando che sono solo dei volgari accordi illeciti tra privati.
Cose che ora, per la verità proprio in seguito alla vasta diffusione di questo documento, sono divenute note.
Cose da eliminare attraverso la nazionalizzazione o delle banche o comunque della produzione del denaro in via primaria o secondaria, in modo che lo Stato, quando ha bisogno di denaro, possa semplicemente stamparlo, o crearlo virtualmente (accade già perché lo Stato crea le monete di metallo, che però sono solo il 2% delle banconote).
Vanno inoltre pareggiati gli interessi passivi e attivi in modo che vadano ai proprietari dei soldi, e quelli frutto del moltiplicatore monetario vadano allo Stato.
Interessi, quelli bancari, peraltro generalmente usurai. Usura che – consistendo il signoraggio secondario, come abbiamo visto, nell’appropriarsi indebitamente di interessi cinquantuplicati sui prestiti di denaro altrui – ne costituisce quindi la forma estrema.
Stampa delle banconote e creazione del denaro virtuale da parte dello Stato che richiede una modifica del trattato di Maastricht però aggirabile confiscando e nazionalizzando le banche e/o eliminando i fattori di criminalità dal loro operato.
Trattato, accordi e sistemi fiscali scritti di pugno dalle banche, e con i quali hanno tentato di rapinare gli Stati della sovranità economica per ricettarla a queste cosche, ma senza potervi riuscire, perché resta il contrasto con tutti i principi fondamentali della Costituzione Italiana, della Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo, e con tutti gli altri principi di ogni altra norma.
Stampa dei soldi da parte dello Stato non indispensabile anche da varie altre angolazioni, essendo sufficiente che lo Stato li paghi alla BCE/BdI al mero costo tipografico, o anche solo che le banche centrali iscrivano come è ovvio all’attivo le banconote che creano e vi paghino le tasse: cosa che non risolve tutto il problema, ma basta ad arricchirci e a evidenziare la criminalità dell’attuale sistema.
Prassi – queste della BCE come della Federal Reserve eccetera, nonché dei sistemi fiscali – contro le quali non è vero che nessuno e nessun Paese può nulla, perché non appena magistratura, politica e informazione inizieranno a fare il loro dovere questi mostri saranno sconfitti in un baleno; e se non lo faranno saranno travolti lo stesso insieme ai loro mezzani grazie a Internet: la nuova alleanza.
Alfonso Luigi Marra
PS. Le mie tesi in tema di signoraggio secondario originano da importanti rettifiche che devo allo sforzo disperato fatto, una notte, nonostante le mie dure reazioni, da mio figlio Giulio per persuadermi di un errore in cui ero incorso.
Avevo intuito nel 1980 l’aspetto cruciale di quello che avrei poi saputo essere il signoraggio secondario, ma ho appreso della privatezza delle banche centrali e del signoraggio, con sommo stupore, solo nell’estate del 2006, da Euroschiavi, il libro del mio amico Marco della Luna. Proseguendo l’analisi, ho poi impiegato sei mesi per definire ciò che ho chiamato ‘inveramento’ (che considero essenziale per la comprensione del signoraggio), nonché il concetto di ‘svalutazione’ e le altre cose non note alla precedente letteratura in materia di cui a questo foglio. Ora però che è scritto, e per leggerlo basta un quarto d’ora, mi chiedo quanto impiegherà per capirle la magistratura.
I veri colpevoli del signoraggio, della rovina della società, e ora anche delle tremende conseguenze dell’involuzione climatica, sono i magistrati, perché hanno il potere di interrompere questi crimini, ma non lo esercitano per motivi meglio noti a loro.  
Rispondi
 ·
NEW SAUDI ARABIA
1 secondo fa

Buonasera prof, girovagando su internet ho trovato questo articolo. Volevo sapere cosa lei ne pensasse a riguardo di questo sterminio di massa e se veramente verremo decimati a livello mondiale. Chi ne farà le spese? Fino a che punto si può spingere la crudeltà umana al fine di massimizzare i loro introiti? [[ niente panico JHWH è in controllo! ]] Grazie Buonasera PS: In allegato il file PDF contenente l'articolo ] [ Il regime massone e bilderberghino adesso prova a sterminarci con i virus! Scarica l'articolo in formato PDF  L’inchiesta, portata avanti dalla Procura della Repubblica di Roma, scopre il velo su una vicenda a dir poco inquietante, dove interessi particolari e complicità politiche si mescolano con l’infame sperperio di danaro pubblico.
Secondo l’inchiesta portata avanti dai NAS e dalla procura capitolina, una potente organizzazione nata negli USA nel 2005 ha creato un autentico network criminale specializzato nella spedizione di virus della temibile epidemia di aviaria, in plichi anonimi e senza nessuna misura preventiva, ne’ tantomeno autorizzazione, allo scopo di produrre vaccini. E con il rischio concreto, invece, di trasmettere la pericolosissima e letale pandemia! Circostanza che nel 2005 spinse, l’allora premier Berlusconi a spendere la bellezza di 50 milioni di Euro per acquistare farmaci, rimasti poi totalmente inutilizzati. Ovvero nostri soldi, spesi come al solito per gonfiare i portafogli di qualche lercio e squallido personaggio!
Ma c’è di più: i militari dell’arma sospettano che dietro questo particolare commercio in realtà si celi un turpe, quanto cinico business che favorirebbe le multinazionali e le lobby del farmaco, perché l’aumento dei rischi di contagio spinge le autorità governative ad adottare provvedimenti di emergenza. Ed è assai facile capire che chi fa affari d’oro, sulla pelle di milioni e milioni di cittadini, sono le potenti case farmaceutiche che così, con la complicità di una classe politica vigliacca e mafiosa, possono accrescere in maniera esponenziale i loro profitti!
Ad essere coinvolta in questa trama criminale e squallida, tra gli altri, figura la virologa di fama internazionale Ilaria Capua, attualmente deputata di Scelta Civica (il partito del massone e bilderberghino Monti, per chi non lo sapesse) su cui pendono come un macigno le accuse di corruzione, abuso d’ufficio e traffico illecito di virus!
Franco Svevo
http://www.signoraggio.it/il-regime-massone-e-bilderberghino-adesso-prova-a-sterminarci-con-i-virus/
Rispondi
 ·
Unius kingREI
5 ore fa

Pistorius: mi scuso con i parenti Volevo solo proteggere Reeva [ questo ragazzo ha fatto troppo bene l'attore, premiatelo, e non dategli più di 15 anni, ma, se li deve fare tutti! ]
Rispondi
 ·
Unius kingREI
5 ore fa

KIGALI, [ quella dello ONU è una vergogna perenne, infatti, i nazisti della sharia, lo abominio di ogni diritto umano violato, sono parte integrante del suo consiglio, ecco perché l'ONU deve essere distrutto immediatamente! ] Venti anni dopo il genocidio in Ruanda "la vergogna" dell'Onu per non averlo potuto impedire non è stata cancellata. Lo ha detto il segretario delle nazioni Unite Ban Ki Moon dando il via alle cerimonie di commemorazione. Ban ha ricordato che "i caschi blu sono stati ritirati dal Ruanda nel momento in cui c'era più bisogno". Per Ban "il genocidio dei tutsi e' stata tra le pagine più oscure della storia. Per cento giorni e' stato versato sangue, dopo 20 anni le lacrime scorrono ancora".
Rispondi
 ·
Unius kingREI
5 ore fa

smettete comunisti Bildenberg, farisei ladri e abusivi, strozzini usurai, di fare gli sciacalli contro i carabinieri, per fare precipitare la nostra società ancora di più nella anarchia.. che, proprio questo è il vostro obiettivo! ] in caso di sospetto reato, la polizia può perquisire chiunque, senza un mandato del tribunale, cioè, al di fuori del luogo del domicilio delle persone! [Undicenne perquisito da Cc a scuola. Marocchino costretto a svuotare zaino e tasche, ma arma non c'era. CERISANO (COSENZA), Un bambino marocchino di 11 anni è stato perquisito in classe dai Carabinieri, che cercavano un coltello che, però, non hanno trovato. È accaduto a Cerisano. Il piccolo ha avuto una lite con una compagna di classe. Il padre della bambina ha parlato poi con un carabiniere accennando anche ad un coltello che sarebbe stato in possesso dell'undicenne. I militari, insieme alla vicepreside, hanno costretto il piccolo a svuotare zaino e tasche, ma non hanno trovato nulla.
Rispondi
 ·
Unius kingREI
5 ore fa

Open letter to Israel -- Siria e Iran, si accontenteranno di vedere distruggere lo stato massonico e satanico di Israele, soltanto, ma, la ARABIA SAUDITA dei wahhabiti, non prenderà pace, finché non vedrà l'ultimo israeliano morire nei tormenti.. io li ho visti giurare per questo obiettivo, con le scimitarre in mano! Arabia SAUDITA ha tanti missili balistici, da carbonizzare ogni cmq di Israele.. uccidili oggi stesso, con le armi atomiche!
Rispondi
 ·
Unius kingREI
6 ore fa

CIA 666 NSA -- perché, voi state nel mio computer, se, io Unius REI, io non ho niente da nascondere a nessuno? in questo modo, voi mi avete tolto la soddisfazione di poter vedere un filminio pornografico ogni tre mesi! sembrate tante donne pettegole e spione, che, spendete i soldi dei contribuenti americani, passando il tempo, a spiare quello che fa la gente.. io dico, che, voi siete tutti dei frustrati sessuali!
Rispondi
 ·
Unius kingREI
6 ore fa

Siria: Israele, Assad ha usato armi chimiche non letali [ cioè, i gas lacrimogeni! lol. è vero che, Israele vede in Assad, un irriducile nemico, per fargli fare qualcosa di assolutamente cretino, falsoo, autolesionistico, che, lui Assad, proprio non farebbe mai! Ma, quello che, Israele non sa, è che, mentre, Iran e Siria, si accontenteranno di vedere distrutto lo stato massonico di Israele, senza sovranità monetaria, altri goym schiavi di rothschild, soltanto, poi, la ARABIA Saudita, non potrà mai accontententarsi, finché, non vedrà l'ultimo israeliano morire! ] Episodio avvenuto la settimana scorsa a Damasco. 07 aprile, TEL AVIV, Forze fedeli al presidente siriano Bashar Assad hanno fatto ricorso la settimana scorsa ad armi chimiche non letali contro forze ribelli. Lo ha sostenuto oggi un'imprecisata ''alta fonte'' della sicurezza israeliana in un incontro con la stampa locale. L'episodio in questione, secondo la fonte, e' avvenuto il 27 marzo nel rione di Harasta, a est di Damasco. Decine di persone esposte alla sostanza chimica sono rimaste paralizzate per alcune ore, secondo la fonte. Secondo la radio militare e' possibile che le forze di Assad abbiano fatto ricorso alla stessa sostanza chimica anche in un'altra occasione: ma in merito - ha aggiunto l'emittente - non c'e' per ora in Israele una conferma definitiva. D'altra parte il ministro della difesa Moshe Yaalon ha affermato che Assad ha accelerato di recente l'eliminazione delle armi chimiche letali in suo possesso. A quanto pare, a suo avviso, e' stato eliminato finora il 60 per cento dell'arsenale chimico siriano. Sul piano militare, Yaalon ha stimato che le svariate forze ribelli ad Assad sono riuscite di recente a rinnovare la cooperazione fra di loro. Hanno anche ottenuto un risultato concreto sul terreno, ha aggiunto, con la conquista di una piccola fascia costiera al confine fra Siria e Turchia.
Rispondi
 ·
Unius kingREI
6 ore fa

QUESTO è IL MONDO, PIENO di malvagità e di ingiustizie, CHE, SAUDI ARABIA sharia scimitarra: "il mondo è tutto mio", E CHE, FARISEI SATANISTI ILLUMINATI ROTHSCHILD Fmi NWO, loro dicono: " no! il mondo FMI 666 NWO: è tutto il mio!": e poi, persone innocenti in tutto il mondo devono morire. per colpa di questi pezzi di merda! per tutto il male, che questi figli del demonio STANNO FACENDO, poi, troverà il tutto, una conclusione unica: AFFINCHé, TUTTI, poi, POSSANO DIRE: "SATANA è MEGLIO! "
Rispondi
 ·
Unius kingREI
6 ore fa

Grecia: metà delle famiglie vive con meno di 800 euro al mese [ Bush 322 Kerry, CIA 666 NSA Merkel Barroso Van Lucertola, i ladri dell sovranità monetaria! ] quando nel 2015, voi costringerete l'Italia a dare 50 miliardi di euro in più per il fiscal compact? poi, anche noi arriveremo allo stesso livello della Grecia in Italia! [ quante altre persone, si devono suicidare per colpa vostra? ]
Rispondi
 ·
Unius kingREI
6 ore fa

Bush 322 Kerry, CIA 666 NSA --- lo dovreste sapere, che, quando, voi non mi fate dormire di pomeriggio, poi, voi mi irritate!
Rispondi
 ·
Unius kingREI
6 ore fa

Bush 322 CIA 666 NSA --- i vostri satanisti in youtube e google, li sto vedendo molto stressati.. perché, non li fate riposare nel vostro bidone di acido solforico? .. e circa, l'aereo dirottato dalla Malesia, quanti cinesi sono rimasti vivi ancora, nelle vostre città sotterranee, dove la legge del vostro satana, è diventata una legge perfetta? [ così mentre, noi cristiani diciamo: "Venga il tuo Regno, come in cielo, così in terra"] voi dite a vostro satana: "venga il tuo regno come sottoterra, così sulla terra!"
Rispondi
 ·
Unius kingREI
6 ore fa

eutanasia per anziana insegnante [[ questa è una storia totalmente vergognosa, vergognosa per le istituzioni e vergognesa per il Governo, i governi tutti della false demograzie massoniche del signoraggio bancario rubato dai bildenberg per rothschild.. voi siete i satanisti che avete desacralizzato, la dignità della vita umana! ]]
Per Anne le persone stavano diventando dei robot. Suicidio assistito in Svizzera. Redazione ANSA. 07 aprile 2014. LONDRA, Non aveva nessuna malattia terminale. Ma un'insegnante britannica di 89 anni, identificata dalla stampa del Regno Unito come Anne, è andata nella clinica Svizzera Dignitas per compiere il suicidio assistito perchè non riusciva ad adattarsi alle tecnologie e ai tempi moderni, ai computer e alle e-mail, e anche al consumismo e ai fast food. Come si legge sul Daily Telegraph, la donna pensava che le persone si stessero trasformando in robot: non riusciva a vivere in questa realtà che l'ha posta di fronte alla scelta di ''adattarsi o morire''. E lei lo scorso mese ha scelto la seconda strada. Anne aveva qualche problema di salute ma non le mancavano pochi mesi di vita, come di solito accade per i pazienti che si rivolgono alla clinica svizzera. E' riuscita comunque a convincere i medici di non avere un ''futuro invidiabile'' davanti e che sarebbe morta in una casa di cura. Ma soprattutto ha denunciato la società moderna che ''manca sempre più di umanità'', anche per colpa della tecnologia. Ad accompagnarla a Zurigo per commettere suicidio assistito c'era la nipote Linda, 54 anni, che è rimasta al suo fianco fino all'ultimo momento.

Donetsk, filorussi proclamano Repubblica. E referendum per l'11 maggio per annessione a Russia. KIEV. 07 aprile 2014 I filorussi dell'Ucraina orientale che occupano da ieri il palazzo della Regione di Donetsk hanno proclamato la nascita della Repubblica sovrana di Donetsk. Lo scrive Itar-Tass. Gli autori del blitz hanno annunciato per l'11 maggio anche un referendum per la possibile annessione alla Russia della regione industriale, e chiesto l'intervento dei peacekeeper russi. [ cosa dice il proverbio? " chi di Golpe ferisce? poi, di Golpe perisce!" dopotutto, il popolo è sempre il sovrano, anche se, i massoni bildenberg hanno rubato ogni sovranità, comunque, è sempre il popolo che comanda quando si sveglia! ]

quegli assassini traditori massoni di ANSA? non hanno detto che è stato ucciso! ] [ Siria: muore prete gesuita a Homs. L'anziano olandese era l'unico europeo ancora in città assediata. 07 aprile 201412:27 #BEIRUT, E' morto nelle ultime ore nella città vecchia di Homs, in Siria, l'anziano prete gesuita olandese Frans van der Lugt, da tempo unico europeo rimasto nella martoriata città siriana assediata dalle truppe del regime di Bashar al Assad. Lo riferiscono su Internet diverse fonti dell'attivismo non violento di Homs ma al momento la notizia non può essere confermata in maniera indipendente ]     [ 07/04/2014 13:04 SIRIA. Homs, ucciso p. Frans Van del Lugt, che sfamava cristiani e musulman. Damasco (AsiaNews) - Stamane a Homs, nella parte della città occupata dai ribelli e assediata dall'esercito regolare siriano, è stato ucciso il sacerdote gesuita p. Frans Van der Lugt (v. foto), 75 anni di cui circa 50 passati in Siria. Un comunicato della Curia provinciale gesuita del Medio oriente e Maghreb dà notizia che il sacerdote "è stato rapito da uomini armati che lo hanno picchiato e poi giustiziato con due proiettili alla testa" davanti alla residenza gesuita a Homs. Questa residenza era diventata il rifugio per molte persone la cui casa era stata distrutta dai bombardamenti incessanti in questi due anni di assedio, e un luogo dove condivider e il poco cibo e acqua rimasti nella città. In febbraio AsiaNews aveva diffuso il suo appello sulla situazione della popolazione di Homs, segnata dalla fame, da turbe psichiche dovute ai bombardamenti e all'insicurezza, dalla mancanza di medicine. Il sacerdote informava anche che di tutta la comunità cristiana una volta presente ad Homs - circa 60mila persone - ne erano rimaste solo 66. P. Van del Lugt non ha mai voluto lasciare Homs. In un'intervista alcuni mesi fa aveva detto: "Il popolo siriano mi ha dato così tanto, così tanta gentilezza, ispirazione e ogni cosa che essi hanno. Se adesso il popolo siriano soffre, io voglio condividere con loro il dolore e le difficoltà". I motivi dell'agguato non sono chiari. Alcune fonti di AsiaNews accennano al fatto che il sacerdote era impegnato nella ricerca di una mediazione fra ribelli e l'esercito che salvasse la popolazione di Homs. Il sacerdote gesuita era giunto in Siria nel 1966, dopo aver passato due anni in Libano a studiare la lingua araba. P. Frans Van der Lugt era rimasto ad Homs anche dopo che grazie all'Onu, 1400 persone hanno potuto uscire dalla città, facendo entrare pure viveri ed acqua. Alcuni giorni prima di questa tregua, il sacerdote aveva diffuso un video in cui raccontava la drammatica situazione della popolazione di Homs. "Cristiani e musulmani - dice nel messaggio video - viviamo in condizioni difficili e dolorose, e soffriamo soprattutto per la fame". "Noi amiamo la vita - continua - e non vogliamo morire o annegare in un oceano di morte e sofferenze". Un cartello giallo al suo fianco riporta: "morire di fame è più doloroso che morire di armi chimiche".

Roskosmos - NASA: ci sarà il divorzio completo [ tutti si stanno preparando alla guerra mondiale, perché Rothschild ne ha bisogno, il suo satana Bush è impaziente di NWO ]
Il rifiuto della NASA di collaborazione con la Russia arrecherà danni, innanzitutto agli stessi USA e al loro programma spaziale. Se ci sarà un vincitore lo saranno società spaziali private. Sfruttando "il tema crimeano", i loro lobbisti cercheranno di convincere il Congresso a stanziare maggiori somme per la NASA e, alla fine, – per i propri progetti. Alla NASA è stato assegnato il ruolo del "bastone" per "punire" la Russia per la Crimea.

Australia: si al "terzo sesso” [ Sodoma e Gomorra aspettano, di nuovo, fiduciose, il fuoco nucleare dal cielo ] L’Australia, continente dove tutto è capovolto, dove abitano animali esotici, sta per passare alla piena neutralità di genere. L’Alta Corte del continente ha riconosciuto che da ora in poi gli australiani, se lo vogliono, hanno la facoltà di chiedere che nel certificato di nascita sia scritto” sesso non specificato” o “sex non-specific”. Un simile soggetto di genere neutro possiede tutti i diritti del cittadino o della cittadina comune.

Uscire dall’euro? [ quello che è intelligente, è non pagare più, la sovranità monetaria a Rothschild FMI Spa, altrimenti, questa europa di nazisti parassiti, bildenberg, dove la Germania fa la parte del leone: collasserà! ] Pensare che le scelte economiche si possano distinguere tra le giuste e le sbagliate è totalmente fuori strada. Soprattutto se lo si pensa attribuendo a quelle valutazioni un valore assoluto. Al contrario, tante potrebbero essere le scelte “giuste”, magari anche contraddittorie tra loro, e la vera distinzione avviene solo nello scegliere a chi giovare o chi penalizzare. Oppure, se l’obiettivo cui si mira è di breve, medio o lungo termine.

Maometto per ora non è un'autorità.. ma presto arriveranno i missionari salafiti di Al-Qaeda, wahhabiti.. e tutto verrà ripristinato alla purezza del satanismo originario.. anche perché i cristiani sono già stati tutti steminati, sotto egida ONU NATO, cimiteri monasteri chiese, persone tutto distrutto, definitivamente annientato! ] [ Bosnia e Erzegovina, dove metà della popolazione crede in Allah e cerca di vivere secondo i precetti del Corano, e nel 1996 - anche secondo i precetti del neo-Profeta Alija Izetbegović, - non poteva per niente essere definito un paese di astemi. Qui bevevano molti - non rinunciando né alla birra né ai superalcolici nonostante tutti i divieti di Maometto.

5 aprile, Australia: si al "terzo sesso” [ la violazione della LEGGE NATURALE, che è il fondamento del diritto positivo, porterà disordini scompensi, immoralità, ecc.. ] L’Australia, continente dove tutto è capovolto, dove abitano animali esotici, sta per passare alla piena neutralità di genere. L’Alta Corte del continente ha riconosciuto che da ora in poi gli australiani, se lo vogliono, hanno la facoltà di chiedere che nel certificato di nascita sia scritto” sesso non specificato” o “sex non-specific”. Un simile soggetto di genere neutro possiede tutti i diritti del cittadino o della cittadina comune. Fin qui nessun altro paese del mondo, compresi i paesi scandinavi, considerati i più avanzati nel campo della parità di genere, non è ancora arrivato ad un simile punto. In seno alla comunità LGBT della Terra dei Mari del Sud in tale occasione regnano gli umori trionfali. Gli australiani devono ringraziare per l’innovazione un tale Norrie, ex uomo di 52 anni, proveniente dal New South Wales, che nel 1989 si era fatto operare per cambiare sesso. Ma come ha confessato, dal punto di vista psicologico non è diventato femmina. Al tempo stesso non vuole tornare nell’ambiente maschile. Di conseguenza risulta essere sospeso nel mezzo e negli ultimi 12 anni richiede di essere classificato come individuo di genere neutro. La sua aspirazione di essere di genere neutro Norrie la spiega in modo così farraginoso che è meglio non riportare qui i suoi argomenti si può semplicemente perdere la testa. Comunque sia, l’Ufficio d’Anagrafe è tenuto ad indicare nel rigo “Sesso” per Norrie una definizione del tutto nuova. Come scrive il quotidiano The Australian, di simili Norrie in Australia ce ne sono circa cento. Per il momento nel mondo occidentale a pronunciarsi contro la completa riclassificazione di genere è solo la Chiesa. Le organizzazioni pubbliche oppongono una resistenza assai fiacca poiché temono di essere considerate intolleranti ed ultraconservative. La curia di Roma non supporta il cambiamento di esso. La tendenza a portare a disfunzione la concezione della definizione dei sessi implica dei colossali guai per l’umanità, - ritiene il padre Gerald Coleman, professore di teologia morale all’Università di Santa-Clara (California), uno dei migliori esperti della Chiesa Cattolica nel campo dell’etica morale e sessuale. Ai nostri giorni quando alcune persone ritengono di potere definire da sole il loro sesso, sarebbe meglio ricordare che non appena simili idee avranno conquistato la società umana, ci troveremo ad affrontare un colossale problema riguardante il riconoscimento dei matrimoni fra persone dello stesso sesso. Né la maggioranza di uomini né la Chiesa riconoscono una realtà del genere. I primi ad avere cominciato a passare dalla parità di genere alla neutralità sono stati gli svedesi nella cui Enciclopedia Nazionale oltre ai pronomi “han” – egli e “hon” – ella troviamo anche il nuovo pronome asessuato “hen” - esso. La Russia, nonostante le false affermazioni diffuse in Occidente, non persegue affatto la sua comunità LGBT. Richiamandosi alle tradizioni storiche e spirituali le consiglia semplicemente di non oltrepassare il limite e di non imporre in modo forzato i suoi ideali transessuali ai giovani. Come dice il noto chirurgo ed urologo-andrologo russo Evgheny Grekov, in Russia è impossibile fare una statistica precisa sul numero degli interventi per cambiare sesso poiché simili operazioni sono molto dispendiose e chi vuole farsi operare molto spesso vanno in Bielorussia dove le operazioni del genere sono legali e meno costose,- dice il Presidente russo Vladimir Putin professore Evgheny Grekov. In generale, l’omosessualità e la transessualismo son cose del tutto diverse. La Russia, a differenza dell’Occidente, non è pronta a risolvere il problema ad un simile livello.
Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/2014_04_05/Australia-si-al-terzo-sesso-3224/
Rispondi
 ·
Unius kingREI
6 ore fa

Unius king REI] senza coerenza di logica, o ragionamento interno, coerente, la Repubblica Ceca pronta a chiedere l'invio di truppe NATO in Ucraina. Ma inviare truppe contro la sovranità volontà dei popoli è dittatura.. ed è questo che l'Europa, cerca, affannosamente di nascondere, di non fare scoprire, cioè di essere da sempre, una dittatura bancaria, che, ha rubato la sovranità monetaria, in favore di Rothschild e contro i popoli ormai schiavi di una tassazione assurda, come conseguenza di acquistare il denaro dal sovrano satanista fariseo. Il presidente ceco ritiene che la NATO debba reagire molto duramente se la Russia tentasse di invadere la parte orientale dell'Ucraina. Tale dichiarazione è stata fatta dal presidente ceco Miloš Zeman durante il suo intervento ad una radio locale. "Se la Russia decidesse di espandersi verso l'Ucraina orientale, finirebbero gli scherzi. In questo caso proporrei non solo più gravi sanzioni da parte della UE, ma anche di aumentare la prontezza al combattimento della NATO, per esempio inviando truppe sul territorio ucraino,"- ha detto Zeman. Per quanto riguarda la Crimea, il presidente ceco ha constatato che alla comunità internazionale non resta altro che riconoscere la sua riunificazione con la Russia. Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/news/2014_04_07/La-Repubblica-Ceca-pronta-a-chiedere-linvio-di-truppe-NATO-in-Ucraina-9522/
Rasmussen: la NATO non vuole la guerra fredda con la Russia 15:29
Ucraina, Kharkov: scontri tra manifestanti filorussi e attivisti di Maidan 15:20
Le autorità separatiste di Donetsk chiedono alla Russia l'invio di truppe 14:56
Donetsk vuole il referendum per l'annessione alla Russia entro 11 maggio 14:38
Il consiglio regionale di Donetsk proclama la seccessione da Kiev 14:23

07/04/2014. INDIA. Líder cristiano : La "nueva " India es una lucha contra la corrupción democrática y cerca de la tercera edad. Sajan George, presidente del Consejo Global de Cristianos Indios ( GCIC ), el seguimiento de "agenda " del nuevo gobierno de la India. AsiaNews recuerda la discriminación que sufren los dalit cristianos y musulmanes; la brecha entre ricos y pobres; la necesidad de empoderar a las mujeres. Tener cuidado con las personas con discapacidad, que aún sufren "prejuicio social medieval y retrógrada que los mantiene al margen de la comunidad". Mumbai (AsiaNews) - Una mayor atención a las minorías étnicas y religiosas en la India; la corrupción; la justicia social; el empoderamiento de la mujer; la educación; apoyar a los enfermos, discapacitados y ancianos. De acuerdo con el Consejo Global de Cristianos Indios (GCIC), estos son los desafíos y problemas que el futuro gobierno de la India va a enfrentar. Partidos hoy en los Estados de Assam y Tripura, las elecciones darán lugar a la formación del nuevo gobierno y el nuevo primer ministro. "A pesar que los sectores más débiles de la sociedad han mejorado su estado gracias a las cuotas para las minorías - dijo a AsiaNews Sajan George, presidente del GCIC - los dalit cristianos y musulmanes todavía no tienen estos derechos debido a su religión. Tal discriminación es grave por dos razones: por un lado, que los mantiene lejos del desarrollo y el progreso del país, por el otro les margina de otros dalit". Desde 1950, el apartado 3 del art. 341 (1) de la Constitución reconoce los derechos de las castas y la facilitación del desarrollo económico, educativo y social sólo para los dalit hindúes. Más tarde, en 1956 y 1990, la situación se hizo extensiva a los budistas y sijs, dejando a cristianos y musulmanes fuera. También en el frente religioso, dijo el líder cristiano, "la creciente intolerancia está retrocediendo a diferentes comunidades, lo que alimenta el odio y la enemistad. La armonía interreligiosa se ​​está reduciendo en todo el país, a causa de ataques deliberados por parte de militantes radicales hindúes que hay que poner fin ".
Desde el punto de vista económico, el presidente GCIC añade, "estamos asistiendo a una creciente brecha entre ricos y pobres. Esto es el resultado de las políticas aplicadas por los gobernantes que parecen representar los intereses de unos pocos y la corrupción rampante". Para el desarrollo del país, dijo Sajan George, "es importante crear programas de apoyo que involucren las mujeres de todos los estratos sociales, para ayudarles a superar los retos que se enfrentan. A continuación, debe crear una comisión para controlar los derechos de los niños, para detener el tráfico humano que los involucra". Un tema que se está volviendo más y más urgente es el de las personas mayores: "La medicina moderna ha extendido la vida de nuestro pueblo, lo que aumenta el número de personas mayores El gobierno debe hacerse cargo de sus ciudadanos mediante la creación de estos centros de servicio y lugares de ocio, sino también. aprovechar la experiencia y las habilidades de las personas que son más maduros, poniendo a disposición de los demás". Por último, el presidente del GCIC recuerda la necesidad de "erradicar el prejuicio social contra las personas con discapacidad, el resultado de una mentalidad medieval y retrógrada que los mantiene en el borde de la comunidad. Este es un problema grave que requiere de nuestros líderes a cooperar con el instituciones privadas que trabajan con estas personas".

04/07/2014 13:45. PAKISTAN - INDIA. Paul Bhatti: "We want concrete answers against unjust death sentences for blasphemy". A couple from Gojra recently ended on death row for sending text messages to the local imam that contained insults against Muhammad. In this, as in the cases involving Sawan Masih and Asia Bibi, the charges are false, a tool to settle personal scores. In response to the situation, the bishop of Islamabad announces another day of fasting and prayer. Indian Christians also express their solidarity. Islamabad (AsiaNews) - "We are sorry for what is happening in Pakistan. The All Pakistan Minorities Alliance (APMA) strongly rejects these sentences. Concrete answers are now needed, starting with smart lawyers who can represent" the defendants, said Paul Bhatti, a former Federal Minister for National Harmony and current APMA leader, who spoke to AsiaNews about recent death sentences imposed on Christians for (alleged) crimes of blasphemy. The latest case case was reported this weekend. It involves a couple originally from Punjab, who are now on death row for allegedly sending a text message with insults against the Prophet Muhammad. In recent past, the Catholic Church of Pakistan, along with Christian and Muslim activists, held several fasting and prayer vigils on behalf of Sawan Masih and Asia Bibi, two victims of the "black law", both sentenced to death and awaiting their appeal trial. Last Friday, a court in eastern Pakistan sentenced a Christian couple to death for blasphemy. Emmanuel and Shagufta Shafqat Kausar were found guilty of sending text messages to the imam of a local mosque with insults against Islam and the prophet Muhammad.  The alleged incident took place in July last year. The couple, both in their forties, hail from Gojra and have three children. Held in Toba Tek Singh Prison, both strongly reject the allegations made by Muslim cleric Maulvi Hussain and have announced their intention of appealing their conviction. In their case, the phone used in sending the text messages was reportedly lost a while ago and was no longer in the two Christians' possession. Their case follows those of Asia Bibi and Sawan Masih. Asia Bibi has become a symbol of the struggle against the "black law." On death row since November 2010, she has been held in solitary confinement for security reasons. After several postponements, her appeal trial should go ahead on 14 April. Sawan Masih is 26-year-old Christian man. Personal disagreements with the plaintiff are behind the false charges against him. In his case, the appeal trial is scheduled for 25 July 2014 at the Lahore High Court. "We need to find a good lawyer, if possible someone who is Muslim, to prove the accused's innocence," said Paul Bhatt, brother of Federal Minority Affairs Minister Shahbaz Bhatti who was killed by Islamic extremists in March 2011 for his opposition to the abuses perpetrated in the name of the blasphemy law. Speaking to AsiaNews, Paul Bhatti, who heads the All Pakistan Minorities Alliance (APMA) and now carries on Shahbaz's legacy, noted that it is necessary "to speak with influential Islamic figures" to get rid of the charges and bring out the truth. "As of today," he said, "they are still guilty according to the police investigation and the judges who, under [fundamentalist] pressure, decided for [the death] sentence". Bhatti said he was optimistic though, because "we still have several stages of appeal, up to the Supreme Court." Still, as he did in other cases, he also blames NGOs and other groups who "live off these incidents and do more harm than good, by coming up with young and often poorly-paid lawyers, who carry little weight in court." For the former minister, this is a "sad reality because these cases [of blasphemy] could be solved in a positive way," as was the case for Rimsha Masih on whose behalf Bhatti got personally involved. "I recently contacted various imams and the federal minister for religious affairs," he explained. "We are at the beginning but with practical support and goodwill we'll make it." The bishop of Islamabad/Rawalpindi also lashed out at the new blasphemy convictions. "It hurts to see that in just one week after the indictment, another couple was sentenced to death," said Mgr Rufin Anthony. Nothing that all this is happening because of a text message, the prelate added, "This is not the first time someone is prosecuted for sending a text message". In view of the situation, the bishop announced a new day of fasting and prayer next Wednesday "for all those imprisoned on death row." The Masihi Foundation and Life for All Pakistan announced that they would join him in a "peaceful protest" on that day. The echo of these incidents has also reached India, where many have repeatedly called for the release of innocent people who have nothing to do with the crime of blasphemy. Sajan K George, president of the Global Council of Indian Christians (GCIC), speaks of "unjust laws", the easiest charge "that can be made against someone" in order to get them convicted, so much so that over time the law has become abused "to settle personal scores." For the Indian Christian leader, the charges in this case came again from an imam from a Gojra mosque, which has a "history of anti-Christian violence."
 ·
Rispondi
 ·
NEW SAUDI ARABIA
6 ore fa

Bush 322 Kerry -- rassegnatevi! non è questo il tempo, del vostro satana! voi vampiri satanisti cannibali, lasciare uscire Rothschild libero, perché, lui possa venire da me, infatti, io sono il suo RE, io sono il Re di Israele!

my JHWH --  è il secondo pomeriggio, consecutivo, che, criminali massoni satanisti, traditori del loro popolo, e nemici delle profezie di Israele, loro gridano così forte, nel NWO, contro di me, circa, i miei articoli, che, quei codardi, non permetteranno mai di poter essere contestati presso di me: Unius REI. che, al punto tale, che, non permettono, che, io possa riposare!
Rispondi
 ·
NEW SAUDI ARABIA
6 ore fa

Bush 322 Kerry -- beh, una garanza relativa, almeno, fino al momento, che, qualcuno dei miei ministri angeli non perde la pazienza!

Bush 322 Kerry -- non ha nessuna importanza per me, che, voi lasciate leggere i miei 100 blogger, ai vostri computer alieni e satanisti, soltanto.. perché, io sono l'Arca della ALLENZA di Mosé VIVENTE! .. e questo, è lo stesso, unico motivo, per cui la vita biologica, può essere l'unica garanzia, per la vostra vita satanizzata

Malachia 4 «Poiché ecco, il giorno viene, ardente come una fornace; e tutti quelli che operano empiamente saranno come stoppia; il giorno che viene li brucerà», dice l'Eterno degli eserciti, «in modo da non lasciar loro né radice né ramo.
2 Ma per voi che temete il mio nome, sorgerà il sole della giustizia con la guarigione nelle sue ali, e voi uscirete e salterete come vitelli di stalla.
3 Calpesterete gli empi perché saranno cenere sotto la pianta dei vostri piedi nel giorno che io preparo», dice l'Eterno degli eserciti.
4 «Ricordatevi della legge di Mosè, mio servo, al quale in Horeb ordinai statuti e decreti per tutto Israele.
5 Ecco, io vi manderò Elia, il profeta, prima che venga il giorno grande e spaventevole dell'Eterno.
6 Egli farà ritornare il cuore dei padri ai figli e il cuore dei figli ai padri, affinché non venga a colpire il paese di completo sterminio.
Rispondi
 ·
Unius kingREI
12 ore fa

king SAUDI ARABIA -- tu hai portato la tua malvagità dall'INFERNO ] [Rimsha, una storia di speranza nella “Terra dei puri”. In Pakistan come in altri Paesi islamici l'appartenenza religiosa e il genere sessuale possono ancora fare la differenza tra la vita e la morte Edizioni San Paolo 05.04.2014 di Michela Coricelli
Sobborgo di Umara Jaffar, settore G-12, periferia di Islamabad. Nelle baracche di questo affollato slum, a ridosso del vicino Meherabad, vive una comunità di cristiani poverissimi. Le abitazioni si aggrappano l'una all'altra in un dedalo di viuzze polverose.
E' il 16 agosto 2012: Rimsha gioca per la strada. Dà fuoco a un mucchietto di spazzatura. Nessuno, apparentemente, ci fa caso. Ma contro di lei si accende una furia crudele, che la catapulta nell'occhio del ciclone. Nessun riguardo per la sua infanzia, per la sua innocenza, per le sue condizioni fisiche e psicologiche. E' un capro espiatorio perfetto per il fanatismo a caccia di nemici.
Rimsha Masih è una ragazzina cristiana di più o meno 14 anni. La sua età non viene accertata immediatamente. In un primo momento il suo ritardo mentale impedisce di stabilire con esattezza quanti anni abbia. Vive con la sua famiglia nel sobborgo, come tanti altri fedeli della stessa religione. Minoranza.
L'imam della moschea di Meherabad, Khalid Jadoon Chishti, la accusa di aver bruciato – insieme all'immondizia – una decina di pagine di un compendio del Corano, il Noorami Qaida: una sorta di testo per i ragazzi, propedeutico allo studio del libro sacro dell'islam. L'accusa è la solita, drammatica: blasfemia.
La vicenda appare subito inverosimile, tanto più che Rimsha non sa leggere: come potrebbe essere tacciata di blasfemia, se non sapeva quel che stava bruciando? Come avrebbe potuto riconoscere le pagine del Corano, in mezzo ad altri fogli inceneriti? Ci sono però tre testimoni che sostengono le accuse dell'imam contro Rimsha. La miccia fa ardere la rabbia.
La folla si inferocisce facilmente quando sente la parola “blasfemia”: minacciano un incendio del quartiere cristiano, picchiano Rimsha, che rischia di essere linciata. Interviene la polizia, che la “prende in custodia”. La ragazzina viene portata a Rawalpindi, nel Punjab, in un carcere per adulti. “Dite al giudice che non ho fatto niente”, continua a ripetere la vittima dell'ingiustizia, terrorizzata. “Ho paura che qualcuno possa fare del male alla mia famiglia”.
Nessuno la ascolta. Passerà ventiquattro giorni in cella. Lontana dai suoi. Sola. Nel frattempo centinaia di famiglie fuggono dal ghetto cristiano. Non sopportano più le continue minacce: alcune torneranno a casa, più tardi. Ma in tanti abbandonano definitivamente il quartiere.
Una commissione medica della polizia pachistana, successivamente, conferma quello che la famiglia aveva ripetuto da sempre: Rimsha è affetta da sindrome di Down. E non ha ancora 14 anni. I due elementi diventano la chiave che permetterà di uscire dalla prigione, anche se la sua vicenda giudiziaria sarà lunga
Rispondi
 ·
Unius kingREI
12 ore fa

gli Stati hanno perso sovranità monetaria, ed indipendenza, e satanisti Bush 322 Kerry insiadiano la nostra vita, al tradimento di massoni Bildenberg! ] quello scritto nell'articolo potrebbe accadere. Si osserverà che la famosa faglia di San Andrea è nata dall'attrito di due placche una contro l'altra. Se un sisma si producesse a San Francisco, simile a quello che devastò la città un secolo fa, ci sarebbe un epicentro, un punto dove le due placche inizierebbero a scivolare. Quindi il movimento si propagherebbe allora con rapidità estendendosi su oltre mille chilometri. L'intensità del terremoto cresce in proporzione alla lunghezza della placca interessata. L'articolo di Science et Vie segnala che i Russi avevano previsto, ancor prima dell'inizio degli anni novanta che esplosioni nucleari sotterranee possano essere utilizzate per scatenare sismi. Ma non si sa come i Russi avrebbero potuto attaccare, in modo diretto un paese come gli Stati Uniti, procedendo con esplosioni nucleari sotterranee nel loro territorio, a oltre otto mila chilometri di distanza, o come avrebbero potuto usare la Pamir vicino alla costa occidentale americana, senza "firmare" il loro atto. Ricordiamo infine che film Hollywoodiani, come Superman, hanno già ripreso questo tema del sisma nella vicinanze di San Francisco scatenato da esplosioni nucleari sotterranee. scie chimiche, Ciccanti: "La difesa sa e non dice" Il vaso di Pandora [ gli Stati hanno perso sovranità monetaria, ed indipendenza, e satanisti Bush 322 Kerry insiadiano la nostra vita, al tradimento di massoni Bildenberg! ] Non solo Pamir, ma anche il sistema H.A.A.R.P
La scienziata indipendente, esperta in Fisica delle alte energie, Elisabeth Rauscher, avverte che si stanno artificialmente irradiando “energie spaventose all’interno di una configurazione molecolare estremamente delicata” qual è la ionosfera, una sorta di bolla di sapone che si muove a mulinello intorno alla superficie terrestre. Un foro sufficientemente grande potrebbe farla scoppiare. La Dottoressa Rosalie Bertell denuncia che “gli scienziati militari statunitensi si stanno occupando dei sistemi meteorologici come potenziale arma. Le metodologie comprendono l’aumento delle tempeste e la deviazione delle correnti di vapore dell’atmosfera terrestre allo scopo di causare siccità o inondazioni mirate…” Anche il fisico Daniel Winter (Waynesville, North Carolina) puntualizza che le emissioni ad alta frequenza potrebbero unirsi con le pulsazioni ad onde lunghe presenti nella griglia terrestre (la magnetosfera n.d.r.) e causare effetti non previsti e collaterali alla “danza della vita nella biosfera”. Le emissioni in Gigawatt (miliardi di W) del Centro H.A.A.R.P. incideranno un lungo taglio sulla ionosfera come un coltello a microonde. H.A.A.R.P. potrebbe far vibrare ogni corda armonica di Gaia con frequenze discordanti. Questi rumorosi impulsi scombussoleranno le linee di flusso geomagnetico, distruggendo le bioinformazioni che mettono in risonanza le corde della vita, predisponendo ogni cosa alla malattia ed alla morte. Due dei maggiori oppositori al sistema globale di distruzione di massa H.A.A.R.P., gli scienziati indipendenti Begich e Manning, autori del libro Angels don’t play this H.A.A.R.P. Advances in Tesla Technologies, avvertono che addizionare energia al substrato ambientale potrebbe avere effetti molto vasti, indefinibili ed incontrollabili. [...] Essi affermano, senza mezzi termini, che il genere umano ha già aggiunto sostanziali quantità di energia elettromagnetica nel suo ambiente, senza aver la benché minima idea di che cosa potrebbe essere la massa critica o il punto del non ritorno. Stiamo per imbarcarci in un altro assurdo esperimento sull’energia che sguinzaglierà un nuovo e terrificante assortimento di demoni dal vaso di Pandora. [Clicca per ingrandire l'immagine] Già il consigliere della sicurezza nazionale del presidente Carter, Brzezinski, metteva sull’avviso che una società, dominata da un gruppo elitario (Brzezinski appartiene alla stessa élite, n.d.r.) e non ostacolato dalle restrizioni tradizionali dei valori liberali, non esiterebbe ad usare le tecniche più moderne per influenzare il comportamento pubblico e tenere la società sotto stretta sorveglianza e controllo. È del resto un fatto ormai assodato che la U. S. Air Force punti sui sistemi elettromagnetici (E.M.) e sulle armi vibrazionali per produrre scompiglio psicologico, distorsione percettiva o disorientamento, per annullare da una parte le capacità di combattimento del nemico e dall’altra accrescere le potenzialità paranormali di altri. Come conferma il geofisico Gordon Macdonald, bombardamenti elettronici prodotti artificialmente produrrebbero pannelli o vortici magnetici in determinate zone terrestri che potrebbero danneggiare seriamente le funzioni cerebrali d’intere popolazioni. Tra le ripercussioni fisiche ricordiamo le seguenti: dolori articolari, mal di testa, vertigini, bruciore agli occhi, nausea, affaticamento, difficoltà respiratorie, allergie, asma, disordini circolatori e cardiaci (infarti che aumentano di circa il 50%), caduta della capacità reattiva, embolie polmonari e trombosi... A livello psicologico, le onde H.A.A.R.P. provocano squilibrio emozionale, irritazione, avversione alla vita, al lavoro ed alla scuola, insicurezza, ansia e depressione (specialmente tra i 40-50 anni), tendenza al suicidio (aumentata del 20% negli ultimi tempi, un milione di morti all’anno specialmente tra i giovani), tossicodipendenza ed omicidi.  [ gli Stati hanno perso sovranità monetaria, ed indipendenza, e satanisti Bush 322 Kerry insiadiano la nostra vita, al tradimento di massoni Bildenberg! ] H.A.A.R.P. ha la capacità, lavorando in collaborazione con lo Spacelab, di produrre energie elevatissime, paragonabili alla bomba atomica e può provocare distruzioni epocali e di massa in qualsiasi parte della Terra. Naturalmente il programma può modificare l’ambiente vibrazionale naturale e scatenare inondazioni, uragani e terremoti di qualsiasi entità. Eppure esso sarà “venduto e spacciato” al pubblico come un’arma di difesa, ossia lo “Scudo stellare” o addirittura di studio sull’Aurora Boreale (Alice nel paese delle meraviglie)! La stampa straniera e gli stati occidentali hanno comunque denunciato che il piano antimissile e di laser orbitali “Joint Vision 2020” è estremamente pericoloso: il suo fine è il dominio degli U.S.A. su tutto il mondo. ANCHE LA FLOTTA RUSSA CONFERMA, Fonte web - Russia Today. Una relazione della Flotta russa del Nord rivelerebbe che il terremoto che ha devastato Haiti è inequivocabilmente "il risultato di un test, da parte della U. S. Navy, della sua arma sismica". La Flotta del Nord osserva i movimenti e le attività navali degli americani nei Caraibi, dal 2008 quando gli Stati Uniti hanno annunciato la loro intenzione di ricostruire la Quarta Flotta che fu sciolta nel 1950. La Russia aveva reagito un anno più tardi, riprendendo nella regione le esercitazioni della sua flotta, di cui fa parte l'incrociatore atomico lancia-missili Pietro il Grande; esercitazioni sospese dopo la fine della Guerra Fredda. Dalla fine degli anni '70, gli Stati Uniti hanno enormemente migliorato la ricerca sulle armi sismiche. Secondo questo rapporto russo, al giorno d'oggi gli USA utilizzano generatori di impulsi, al plasma e a risonanza, in tandem con bombe Shockwave (a onde di choc)[1] Il rapporto mette a confronto due esperimenti condotti dalla U.S. Navy la settimana scorsa: un terremoto di magnitudo 6,5 vicino alla città di Eureka, California, che non ha fatto vittime, e il terremoto dei Caraibi che ha fatto almeno 140 000 morti.
Rispondi
 ·
Unius kingREI
12 ore fa

gli Stati hanno perso sovranità monetaria, ed indipendenza, e satanisti Bush 322 Kerry insiadiano la nostra vita, al tradimento di massoni Bildenberg! ] Sarebbe una nuova forma di guerra discreta (silent war), dove indebolire un avversario può semplicemente consistere nel creare dei "fenomeni naturali" sul suo territorio, con dei mezzi modesti. Non escludendo di proporre, in seguito, un "aiuto umanitario"... Tutto questo ha l'aria talmente semplice e logica che ci possiamo chiedere se questo non è stato già messo in opera. Qui la traduzione di un articolo (censuratissimo) sulle manipolazioni mediatiche, politiche, e scientifiche sullo tsunami del 26 dicembre 2004: Il più grande crimine di guerra. Un consiglio: i governi che hanno le loro coste esposte a probabili tsunami, non che, qualche bega in corso con potenze bellicose (esempio USA), dovrebbero rimpiazzare le boe rilevatrici di tsunami, con alcuni Idrofoni sensibili capaci di rilevare esplosioni marine importanti. Un sistema poco costoso, che contribuirebbe inoltre, una volta per tutte, a stoppare la sperimentazione nucleari sotterranea Riprendendo l'ipotesi che la Pamir, l'arma sismica, sia stata "testata" e utilizzata per scopi politici, prendiamo ad esempio alcuni terremoti che sono coincisi, stranamente, con accadimenti geopolitici, ad esempio: il devastante terremoto in Armenia nel dicembre 1988 contemporaneo all'inizio dei disordini etnici in questa regione; e ancora fra l'Armenia e l'Azerbaijan sempre nel 1988. Poiché l'Unione Sovietica era in pericolo, qualche generale sovietico non potrebbe, ripeto è solo un'ipotesi, aver cercato di interrompere l'insurrezione nella regione, utilizzando la Pamir? Terremoti, tsunami, ma un'eruzione vulcanica può essere provocata artificialmente? Il nome geyser deriva da Geysir che è il nome del più noto geyser islandese. Un geyser è un pozzo naturale, una colonna piena d'acqua bollente, che scende profondamente nella terra in corrispondenza di una sorgente di calore. (La cosa sorprendente che quest'acqua è verdognola, a causa dei batteri che vi vivono "nutrendosi di questa energia" e non dell'energia del sole. Questi batteri muoiono se la temperatura scende al di sotto di un certo limite (80-90°)). L'acqua nella colonna è vicino all'ebollizione. Più la pressione è elevata e più la temperatura è alta. Quando l'acqua non riesce a bollire il geyser cessa la sua attività, perché il peso della colonna d'acqua crea una pressione sufficiente per impedire l'ebollizione (tutti noi sappiamo che più la pressione è alta più la temperatura d'ebollizione aumenta (perché la pasta in montagna cuoce male). Ma questo stato è instabile. [ gli Stati hanno perso sovranità monetaria, ed indipendenza, e satanisti Bush 322 Kerry insiadiano la nostra vita, al tradimento di massoni Bildenberg! ] La pressione che regna nella colonna non può essere modificata, ma la temperatura aumenta sempre di più fino a creare un punto critico. Allora una bolla si forma e rimonta alla superficie e provoca l'ebollizione dell'acqua che si trova sul suo passaggio. Anche il volume del vapore che monta cresce, e può aumentare di molti metri cubi. Quando raggiunge la superficie, la bolla esplode e provoca l'emissione di una colonna di vapore, che può arrivare a molti metri di altezza. Un vulcano attivo ha un modo di funzionare analogo, ma la sua colonna contiene magma e gas in equilibrio. In generale questa colonna è collegata in profondità ad una sacca di magma. Possiamo capire allora come è possibile, con l'aiuto di micro-onde pulsate a tre bassa frequenza, capaci di trasportare dell'energia termica nelle profondità del vulcano, e riscaldare il magma, rendere instabile il sistema, se questo è vicino al suo punto critico. L'URSS progettava di devastare l'America. [ gli Stati hanno perso sovranità monetaria, ed indipendenza, e satanisti Bush 322 Kerry insiadiano la nostra vita, al tradimento di massoni Bildenberg! ] Articolo numero 914-novembre 1993 della rivista Science et Vie: I militari sovietici studiavano la " guerra geofisica ". Durante 20 anni gli scienziati dell'URSS hanno sognato di far crollare gli odiati capitalisti. "Mentre Gorbatchev discuteva con Reagan dei mezzi per porre fine alla guerra fredda, alcuni generali sovietici, studiavano il modo e i mezzi per devastare l'America con terremoti e tsunami." Così ha dichiarato il generale del KGB, Oleg Kalougine. La devastazione degli Stati Uniti e del Canada sarebbe stata realizzata grazie “alle bombe sismiche" cioè bombe termonucleari che si sarebbero fatte esplodere sotto terra. Negli anni sessanta, i sismologi sovietici si erano accorti che, ogni volta che procedevano ad un'esplosione sotterranea, vi era un terremoto nei giorni seguenti, a volte a centinaia di chilometri di distanza. È così, riporta Alexeï Nikolaïev, dell'istituto di geologia di Mosca, che una bomba che era stata fatta esplodere vicino a Semipalatinsk, nel Kazachstan, ha scatenato terremoti nel Tagikistan, l'Uzbekistan ed anche l'Iran. Si dubitò inizialmente che ci fosse un legame tra le esplosioni termonucleari sotterranee ed i sismi dei giorni successivi, ma infine, l'evidenza era là. E Nikolaïev ed il suo gruppo dimostrarono che anche esplosioni di debole intensità provocavano sismi fino a 1.600 km dall'epicentro. Alcuni scienziati sovietici sarebbero attualmente persuasi che terremoto che devastò l'Armenia nel 1988 e fece 45.000 morti fu causato da un'esplosione termonucleare a 3.500 km di distanza, a Novaya Zemlya. I sovietici fecero dunque esplodere 32 bombe sotterranee sul loro territorio, per studiarne gli effetti. All'inizio degli anni ottanta, geologi civili concepirono un progetto per realizzare bombe molto potenti, capaci di provocare spinte violente alle placche tettoniche. [ gli Stati hanno perso sovranità monetaria, ed indipendenza, e satanisti Bush 322 Kerry insiadiano la nostra vita, al tradimento di massoni Bildenberg! ] I sismi non si scatenavano mai subito dopo le esplosioni, ma si producevano a molti giorni di distanza, cosa che poteva permettere ai sovietici di dichiararsi innocenti, nel caso di sismi e tsunami devastanti. Nikolaïev riconosce tuttavia che sarebbe stato difficile dirigere gli effetti contro un obiettivo scelto. Se la California è particolarmente vulnerabile, per il fatto che la faglia di San Andrea coincide con la dorsale (bordo orientale) della placca del Pacifico, le placche tettoniche si prestano male infatti a "giochi" di questo tipo. Ed Ikram Kerimov, direttore assistente dell'istituto di geologia dell'Azerbaigian, ritiene che siano necessario ulteriori studi prima di riuscire a raggiungere l'America, che si trova a oltre 8.000 km della costa orientale della Siberia. Rileviamo, incidentalmente, che giocare in tal modo al "biliardo" tettonico i sovietici avrebbero potuto devastare il Giappone, e che, se fossero riusciti a spingere la placca del Pacifico, nulla dice che la scossa non si sarebbe riflessa sulla placca di Nazca,e devastare anche la costa occidentale del Sud America - Perù, Bolivia, Cile, ecc. Ex capo del contro-spionaggio diventato da un politico riformista, Kalougine dichiara che scoprì i piani quando fu incaricato, nel 1988, di dirigere le ricerche segrete dell'accademia delle scienze. Questo tipo di rivelazione senza dubbio indurrà alcuni paesi a verificare se esplosioni nucleari sotterranee (le quali sono state tutte monitorate dai sismografi mondiali) hanno provocato in seguito sismi sul loro territorio. Pensiamo a quello che accadde in Australia, uno dei continenti più stabili, nel 1990 (5,5 sulla scala di Richter, 11 morti, 120 feriti), senza parlare del sisma che devastò, il Tagikistan lo stesso anno.
Rispondi
 ·
Unius kingREI
12 ore fa

"Pamir" l'arma sismica! [ gli Stati hanno perso sovranità monetaria, ed indipendenza, e satanisti Bush 322 Kerry insiadiano la nostra vita, al tradimento di massoni Bildenberg! ] Una misteriosa arma al plasma vista poco prima del terremoto a Nigarta in Giappone, nel Luglio del 2007. Le stesse luci rosse, bianche e celesti riflesse sulle nuvole sono state viste e filmate poco prima del recente disastroso terremoto in Cina. Quando quest'estate c'è stato il terremoto in Cina, ho subito pensato: "Ecco! Vogliono far dimenticare le polemiche e le proteste internazionali sul Tibet e le olimpiadi!". Non sono l'unica a pensarlo: China Earthquake caused by HAARP weapon Jeff Steinberg della La RouchePAC.com (La Rouche Political Act Comitee), dichiara che ci siano le prove che HAARP ha causato il grande terremoto in Cina e che la 3 Guerra Mondiale arriverà con aurore boreali... Il terremoto in Turchia del 17 agosto 1999: A Duzce, epicentro del terremoto, alcuni sopravvissuti hanno dichiarato che quel giorno la base militare americana era stranamente deserta; inoltre dissero di aver visto una luce strana nel cielo e udito un rumore infernale, essi sono convinti che un ordigno atomico sia stato testato nel sottosuolo della base. Condoleeza Rice al Senato Americano il 18 gennaio 2005:
"Lo tsunami è stato una meravigliosa occasione (wonderful opportunity) di mostrare il cuore del popolo americano. E io penso che "gli utili" sono stati molto importanti sul fronte diplomatico". Indonesia il 26 dicembre 2004. Migliaia di chilometri di coste sono state spazzate via a causa di un maremoto spaventoso. Simulazione dello TSUNAMI nel sud-est asiatico. Un fenomeno simile potrebbe essere di origine umana, per camuffare un test di un'arma nei fondali marini, in una regione in cui gli effetti sismici possano essere confusi con dei fenomeni naturali? Base USA di Diego Garcia [ gli Stati hanno perso sovranità monetaria, ed indipendenza, e satanisti Bush 322 Kerry insiadiano la nostra vita, al tradimento di massoni Bildenberg! ] Il luogo era ideale per la presenza di una fossa oceanica che protegge le coste e la base americana di Diego Garcia (si sa che più il fondo marino risale velocemente, più il tsunami è devastante) e anche l'ora giusta per far si che ben due satelliti USA passavano lì "per caso", per constatare gli effetti di questa "arma sismica". Torniamo alla Pamir, che secondo il video dovrebbe funzionare in questa maniera: attraverso il suolo, in corrispondenza di una faglia e di una falda acquifera, la macchina "inietta" la scarica elettromagnetica. Il passaggio della corrente vaporizza l'acqua e produce un effetto di sollevamento o scivolamento o spaccatura di una placca. Questo effetto si può propagare a grande distanza e scatenare un sisma anche molto lontano della zona sollecitata. In un convegno in USA i russi avevano presentato questa macchina come un "sistema che permette di misurare la conduttività elettrica del suolo" dichiarando che "una variazione di conduttività può essere un segno che annuncia un sisma imminente". E' logico che i parametri fisici, elettromagnetici del sottosuolo di una regione possano essere modificati in presenza di un terremoto imminente. Dunque sarebbe logico sistemare intorno ad una regione, a rischio, dei captori passivi (misura dei campi elettrici o attivi (misura della conduttività elettrica del sottosuolo, ecc.) Ma uno strumento di misura non ha bisogno di mettere in gioco tali intensità in tanto tempo (5-10 secondi). Dunque questo generatore MHD non è un strumento di misura, ma sicuramente uno strumento capace di agire sull'ambiente sotterraneo. Ora questo sistema potrebbe essere usato nei fondi marini.
Modificando un banale sottomarino, e modificando i motori con altri alimentati a propenol solido, che funzionano molto bene nell'acqua e sotto pressione (30 bar corrispondono a 300 metri di profondità). Sarebbe così possibile utilizzare un generatore Pamir nelle vicinanze di un faglia marina.
Rispondi
 ·
Unius kingREI
12 ore fa

PAMIR  3. L'ARMA CHE CREA I TERREMOTI [ gli Stati hanno perso sovranità monetaria, ed indipendenza, e satanisti Bush 322 Kerry insiadiano la nostra vita, al tradimento di massoni Bildenberg! ] ATTENTI AI TERREMOTI STRATEGICI! GEOLOGI SCOPRONO NELL'AREA. CARAIBICA GIACIMENTI DI PETROLIO E GAS LA CUI GRANDEZZA. SAREBBE AL SECONDO POSTO DOPO IL MEDIO ORIENTE. Pamir 3 è parte di una serie di armi ambientali capaci di creare terremoti, tsunami, distruzione dell'equilibrio ecologico di una regione, modificazioni delle condizioni atmosferiche - nubi, precipitazioni, cicloni e uragani - modificazioni delle condizioni climatiche, delle correnti oceaniche, dello strato di ozono o della ionosfera. In questo dossier vedremo le principali armi ambientali. (a cura di Claudio Prandini)
 In questi ultimi anni gli americani sono arrivati alla creazione di una macchina più potente: Pamir 3 [ gli Stati hanno perso sovranità monetaria, ed indipendenza, e satanisti Bush 322 Kerry insiadiano la nostra vita, al tradimento di massoni Bildenberg! ] INTRODUZIONE. [ gli Stati hanno perso sovranità monetaria, ed indipendenza, e satanisti Bush 322 Kerry insiadiano la nostra vita, al tradimento di massoni Bildenberg! ] Le ammissioni di un generale italiano: “La guerra ambientale è gia cominciata” Nessuno può negare che, dopo Hiroshima e Nagasaki, ci siano state più di 1000 esplosioni nucleari nel sottosuolo terrestre, nella profondità degli oceani e persino nello spazio, esplosioni capaci di causare terremoti e tsunami, e altri disastri ambientali. Creare un sisma o uno tsunami è dunque possibile. Sono cose vere, scientifiche, provate. Esistono linee di frattura e faglie assai evidenti e note sulla superficie terrestre. Ci sono mappe precise che rivelano i punti deboli e vulnerabili, sui quali è un giochino da ragazzi poter intervenire. Non ho prove che ci sia stato un esperimento nucleare o convenzionale capace di provocare un determinato terremoto, ma sono abbastanza pessimista per non pensarlo. In 45 anni di carriera militare in giro per il mondo, ne ho viste di tutti i colori.
Negli anni 40, un professore israeliano-neozelandese faceva degli esperimenti in mare tra Nuova Zelanda e Australia, riuscendo a provocare delle onde anomale, dei piccoli tsunami. Lavorava in Australia per conto dell’Università di Auckland, ma i fondi dati a questo progetto erano gestiti dagli Stati Uniti e dalla Gran Bretagna.... (generale Fabio Mini autore dell’articolo Owning the weather ("Possedere il clima"), pubblicato sulla rivista Limes N. 6 del 2007 - Vedi dossier) Cosa sappiamo al momento dell'arma sismica? [ gli Stati hanno perso sovranità monetaria, ed indipendenza, e satanisti Bush 322 Kerry insiadiano la nostra vita, al tradimento di massoni Bildenberg! ] Durante la Seconda Guerra mondiale, alcuni ricercatori neozelandesi hanno tentato di realizzare una macchina in grado di provocare tsunami che potesse essere utilizzata contro il Giappone. I lavori furono diretti dall'australiano Thomas Leech dell'università di Auckland, sotto il nome di "Progetto Seal". Furono realizzati numerosi esperimenti su piccola scala, nel 1944-45, a Whangaparaoa. Gli esperimenti furono coronati da successo.
Gli Stati Uniti consideravano questo programma tanto promettente quanto il "progetto Manhattan" per la fabbricazione della bomba atomica. Fu designato il dottor Karl T. Compton per collegare insieme le due unità di ricerca. Compton era il presidente del MIT [Massachusets Institut of Technology, ndt]. Aveva già reclutato numerosi esperti per lo sforzo bellico ed era una delle otto persone incaricate di consigliare il presidente Truman sull'uso della bomba atomica. Egli pensava che [la bomba] avrebbe potuto fornire l'energia necessaria all'équipe di Leech per provocare grandi tsunami.
I lavori di Thomas Leech proseguirono durante la Guerra fredda. Nel 1947, Giorgio VI innalzò lo scienziato alla dignità di Cavaliere dell'Impero britannico per ricompensarlo di avere elaborato una nuova arma. Essendo il Progetto Seal ancora un segreto militare, non fu rivelato all'epoca che [Leech] era stato onorato per la bomba a tsunami. In seguito, i servizi USA si sono applicati per fare credere che queste ricerche non fossero mai esistite e che tutto fosse una finzione per impressionare i Sovietici. Tuttavia, l'autenticità degli esperimenti di Leech è stata stabilita, nel 1999, quando una parte della documentazione è stata declassificata dal ministero neozelandese degli Affari esteri. Ufficialmente, ora gli studi sono stati ripresi all'università di Waikato.
Si ignora se le ricerche anglo-sassoni siano proseguite negli anni '60, ma esse sono per forza ricominciate quando fu deciso di abbandonare i test nucleari nell'atmosfera a vantaggio dei test sottomarini. Gli Stati Uniti temevano di provocare involontariamente terremoti e tsunami. Volevano saperlo fare volontariamente. Ufficialmente, alla fine della guerra del Vietnam, gli Stati Uniti e l'Unione sovietica hanno rinunciato alle guerre ambientali (terremoti, tsunami, distruzione dell'equilibrio ecologico di una regione, modificazioni delle condizioni atmosferiche - nubi, precipitazioni, cicloni e uragani - modificazioni delle condizioni climatiche, delle correnti oceaniche, dello strato di ozono o della ionosfera) firmando la "Convenzione sul divieto di utilizzo di tecniche di modificazione dell'ambiente per scopi militari o per altri fini ostili" (1976).
Tuttavia, a partire dal 1975, l'URSS ha iniziato nuove ricerche di Magnetoidrodinamica (MHD). Si trattava di studiare la crosta terrestre e di prevedere i terremoti. I Sovietici studiarono la possibilità di provocare piccoli terremoti per evitarne uno grande. Tali ricerche furono ben presto militarizzate. Sfociarono nella costruzione di Pamir, la macchina per terremoti. All'epoca dello smantellamento dell'URSS, alcuni responsabili del programma decisero di passarlo agli Stati Uniti per denaro, ma essendo la loro ricerca incompiuta, il Pentagono rifiutò di pagare. Nel 1995, quando la Russia era governata da Boris Eltsin e dall'oligarca Victor Chernomyrdin, l'US Air Force reclutò i ricercatori e il loro laboratorio a Nijni Novgorod. Vi costruirono una macchina molto più potente, Pamir 3, che fu testata con successo. Il Pentagono acquisì allora gli uomini e il materiale e li trasportò negli USA dove furono integrati nel programma HAARP.
Negli ultimi anni sono stati suggeriti alcuni utilizzi dell'arma sismica, particolarmente in Algeria e in Turchia. Tuttavia, il caso più discusso è quello del sisma del Sichuan (Cina), il 12 maggio 2008. Durante i 30 minuti che hanno preceduto il terremoto, gli abitanti della regione hanno osservato colori insoliti in cielo. Se certuni vedono in questi eventi il segno che il Cielo ha ritirato la sua fiducia nel Partito comunista, altri li interpretano in maniera più razionale. L'energia utilizzata per provocare il sisma avrebbe anche provocato le perturbazioni della ionosfera. Nei mesi seguenti, il web e i media cinesi hanno diffuso e discusso questa ipotesi che oggi viene data per certa dall'opinione pubblica cinese. (Fonte web) Progetto HAARP: che cos'è e cosa potrebbe causare  [ gli Stati hanno perso sovranità monetaria, ed indipendenza, e satanisti Bush 322 Kerry insiadiano la nostra vita, al tradimento di massoni Bildenberg! ] PAMIR, L'ARMA SISMA CHE ESISTE DAVVERO. Fonte web Da una dichiarazione di William Cohen, ex segretario di Stato per la Difesa USA, del 28 aprile 1997 (QUI): "Others [terrorists] are engaging even in an eco-type of terrorism whereby they can alter the climate, set off earthquakes, volcanoes remotely through the use of electromagnetic waves. So there are plenty of ingenious minds out there that are at work finding ways in which they can wreak terror upon other nations.It's real, and that's the reason why we have to intensify our[counterterrorism] efforts. Secretary of Defense William Cohen at an April 1997 counterterrorism conference sponsored by former Senator Sam Nunn. Quoted from DoD News Briefing, Secretary of Defense William S. Cohen, Q&A at the Conference on Terrorism, Weapons of Mass Destruction, and U.S. Strategy, University of Georgia, Athens, Apr. 28, 1997."
Traduzione: Altri terroristi sono impegnati in un tipo di azione "ecologica", nel senso che essi possono alterare il clima, far scatenare i terremoti, le eruzioni vulcaniche, utilizzando onde elettromagnetiche. Molte menti ingegnose stanno lavorando attualmente per mettere a punto i mezzi per terrorizzare intere nazioni. Tutto questo è reale ed è per questo che abbiamo intensificato i nostri sforzi nella lotta contro i terroristi.
Segretario della Difesa William Cohen, aprile 1997. Conferenza dedicata al contro-terrorismo organizzato dal senatore Sam Nunn. Dichiarazioni segnalate al Dipartimento della Difesa (DoD). Conferenza contro il terrorismo. Armi di distruzione di massa e la strategia degli Stati Uniti. Università della Georgia, Atene, 28 aprile 1997.
Leggiamo tra le righe: Noi sappiamo che questo è possibile perché da tantissimi anni noi (americani) abbiamo tali armi. Una simile tecnologia ha dei costi accessibili, al contrario della tecnologia nucleare. Spiegazione: I terremoti e le eruzioni vulcaniche artificiali non sono impossibili, infatti una minima causa, ben localizzata, può generare un cataclisma.
I terremoti sono legati al movimento delle placche, lungo le faglie. Sappiamo che un terremoto devastante è previsto lungo la faglia di S.Andreas, in California. Ma non sappiamo quando, e dunque non conosciamo, a priori, l'energia sufficiente a scatenare il fenomeno. Ma esiste una tecnica che permette di agire sugli strati profondi del sottosuolo con delle onde elettromagnetiche. Negli anni settanta i Russi avevano costruito un enorme generatore a pulsioni battezzato "Pamir" che poteva essere trasportato su un grosso camion. Era una variante del generatore di Sakharov (MK1), a compressione di flusso. Questo generatore chiamato anche Generatore di Pavloski utilizzava dei cannoni elettromagnetici, con un esplosivo chimico che interagiva con un potente solenoide (in regime di numero di Reynolds magnetico elevato). Questo sistema permetteva di far circolare forti correnti elettriche nel terreno. Il dispositivo fu ufficialmente presentato come un sistema per analizzare la situazione di un terreno misurandone sulle grandi distanze e a grandi profondità la conduttività elettrica del suolo. Il sistema, usato con moderazione, può testare il terreno, come quando si danno leggeri impulsi su un blocco in equilibrio per vedere se è pronto a scivolare in un burrone. Ma un tale sistema potrebbe non solo studiare la situazione pre-sismica del territorio, ma eventualmente innescare il terremoto.
Se la faglia non è pronta a cedere, occorrerebbe una notevole energia per innescare il terremoto. Al giorno d'oggi ormai sappiamo che una variazione di conduttività è il segno di un imminente terremoto. Con una simile macchina e dei dati geologici esatti, i militari potrebbero, in aree potenzialmente "ostili", o per ragioni geo-politiche, innescare un devastante terremoto, uno tsunami o un'eruzione vulcanica.... Qui le pagine originali dell'IVTAN, l'Istituto Russo per le Alte Temperature, che parla di uno di questi generatori Pamir: http://www.ihed.ras.ru/mg/otdel6.htm - http://www.ihed.ras.ru/mg/Pamir3U.htm
Un generatore MHD (detto anche "generatore di plasma") a scappamento lineare di Faraday, alimentato con esplosivo (propergol) solido al cesio, o al sodio (sostanze a basso potenziale d'ionizzazione). Lo scappamento espelle gas ionizzato a 3000° tra due o più elettrocalamite. Esso sviluppa 4,8 tesla, e ha elettrodi che raccolgono le correnti generate durante qualche secondo (15000 a 25000 A su 1000V). Dal documentario " Les colères du climat" (le collere del clima), trasmesso sulla 5 (emissione televisiva franco-tedesca), film che passa in rassegna le differenti catastrofi "naturali" mondiali dal 2002 in poi, un corto estratto sulla "Pamir":
 
Rispondi
 ·
Unius kingREI
12 ore fa

i neozelandesi hanno rivendicato la loro sovranità monetaria e Rothschild si è vendicato? MA, REALIZZARE STRUTTURE ANTISISMICHE NON è UN PROBLEMA! QUINDI, QUESTA CITTà DEVE RISORGERE E DEVE ESSERE A PROVA, DI AGGRESSIONI SATANISTI  Non solo Pamir, ma anche il sistema H.A.A.R.P ] La difficile ripresa di Christchurch. A due settimane dal sisma. 09 marzo 2011. Gli abitanti di Christchurch domenica scorsa hanno camminato tra le rovine del centro storico, dove almeno 165 loro concittadini hanno perso la vita nel devastante terremoto del 22 febbraio e dove altri sono ancora sepolti dalle macerie. Il sindaco della città, l’ex presentatore televisivo Bob Parker, ha voluto dedicare la giornata al ricordo delle vittime, ordinando di togliere le barriere che bloccavano l’accesso alla city. Parker ha voluto dare ai concittadini, ancora traumatizzati dal violento sisma e dalle moltissime scosse di assestamento che sono seguite, l’opportunità di commemorare le vittime, ma anche di non dimenticare quella parte di città che tanta importanza ha avuto nella loro vita. La situazione a Christchurch, la seconda città neozelandese con i suoi 390.000 abitanti, è ancora critica. Ormai gli sforzi delle squadre di soccorso non sono più dedicati al ritrovamento di eventuali superstiti, ma al recupero dei cadaveri. Il numero delle vittime accertate è finora di 165, ma si prevede che tale cifra salirà ad almeno duecento, considerando i dispersi per i quali non si nutrono più speranze. Sebbene i neozelandesi siano stati i più colpiti, la tragedia ha avuto anche dimensioni internazionali, visto che almeno 100 vittime provenivano da 20 Paesi diversi. Una notizia positiva, che ha fatto correggere al ribasso la previsione iniziale di 240 morti, è che tra le macerie della centenaria cattedrale anglicana non sono state trovate vittime, mentre si pensava che vi fossero sepolte almeno 22 persone. In ogni caso le cifre attuali, anche se inferiori rispetto alle prime drammatiche stime, fanno del terremoto del 22 febbraio il secondo sisma più grave nella storia nazionale, inferiore solo a quello di Hawke Bay che nel 1931 uccise 256 persone. Molto cupe sono al momento le previsioni sulla ripresa della città. Le scosse di assestamento continuano a far traballare strutture già deboli. Si calcola che almeno un terzo degli edifici del centro ancora in piedi dovranno essere abbattuti. È stato ipotizzato inoltre che si dovrà attendere la fine dell’anno prima che le attività commerciali riprendano a pieno ritmo nel Central Business District e che occorreranno almeno 10 anni per ricostruire Christchurch. Chi può permetterselo sta già trasferendo le proprie attività in altre città neozelandesi o all’estero, ma si tratta soprattutto di poche multinazionali. Per gran parte delle 52.000 persone che lavoravano in centro, il futuro è assai più incerto. Nei sobborghi, lontano dai riflettori dei media, più di 20.000 persone non hanno ancora accesso all’elettricità e alcuni dei quartieri più colpiti sono privi di acqua corrente. Molte strade sono impraticabili e chi può spostarsi spesso deve superare posti di blocco della polizia e dell’esercito. Parecchie scuole non saranno in grado di riaprire per almeno un anno. Centinaia di studenti universitari della regione di Canterbury stanno per raggiungere in nave l’Australia, dove completeranno i loro studi nelle università locali. Le autorità che dirigono la ricostruzione di Christchurch stanno pensando di utilizzare navi da crociera per dare alloggio ai residenti della zona di Lyttelton, epicentro del sisma. Sembra che il susseguirsi di due violenti terremoti nel giro di soli cinque mesi abbia piegato la volontà di molti abitanti che, seppure a malincuore, hanno già cominciato a trasferirsi altrove. È stato calcolato che oltre un sesto della popolazione di Christchurch, circa 65.000 persone, hanno già lasciato la città, sia perché terrorizzati dalle continue scosse di assestamento sia per la perdita del posto di lavoro. Non è ancora chiaro, tuttavia, quanto definitive siano queste decisioni. Molti potrebbero ritornare se le promesse di far rinascere la città saranno mantenute. Il ministero del Tesoro neozelandese ha calcolato che i costi materiali del terremoto saranno di circa 15 miliardi di dollari neozelandesi, con una conseguente diminuzione del prodotto interno lordo di almeno l’1,5 per cento. Lo stesso ministero tuttavia prevede che l’anno prossimo la ricostruzione sarà il volano di una forte ripresa economica. Intanto si è fatto intenso il dibattito su come la città sarà ricostruita. Fra le ipotesi considerate, vi è anche quella di restaurare solo i principali edifici storici, attorno a cui costruire edifici moderni dotati di tutte le più recenti tecnologie antisismiche. Vi è chi propone di rifondare una città più estesa con costruzioni basse e di legno anziché di pietra. Qualcuno ha addirittura proposto di trasferire in blocco il centro storico verso altre zone della città. Cercando di infondere ottimismo nei suoi connazionali, il primo ministro John Key ha dichiarato che da questa tragedia potrebbe derivare «un’opportunità unica di creare qualcosa di veramente buono; una città moderna e ben integrata, di alta funzionalità». La tragedia di Christchurch ha suscitato molta commozione anche al di là dello stretto di Tasman. Il presidente della Conferenza episcopale australiana, l’Arcivescovo di Adelaide Philip Edward Wilson ha espresso il cordoglio della Chiesa cattolica con una lettera aperta al vescovo cattolico di Christchurch Barry Philip Jones, che conteneva anche le seguenti parole: «La vicinanza dei nostri Paesi e la solidarietà che ci unisce nei momenti del disastro, ci porta a sentire un enorme dolore per quello che voi state provando. Siete tutti nelle nostre preghiere».